Un altro mito: L’  ”Uomo nero”

Un altro mito: L’ ”Uomo nero”

Ottobre 3, 2018 0 Di Cav. Franco Cazzato

L’ Uomo nero, è un personaggio privo di connotati salienti,senza volto, e dalla figura scura e astratta senza contorni ben definiti, una sorta di lenzuolo nero svolazzante creato appositamente dalla fantasia popolare per intimidire i bambini e farli stare buoni.

Lui appariva nei discorsi dei genitori allorquando il figlioletto era irrequieto e faticava ad addormentarsi.Con la complicità delle tenebre e lo sguardo estremamente enigmatico,i genitori, con la voce cupa e cavernosa creavano un alone di mistero che avvolgeva interamente il bambino.

Al sol pensiero di vederlo materializzato, un costante stato d’ansia e tensione pervadeva il piccolo che restava a letto senza proferir parola fino ad addormentarsi.

La ninna nanna che accompagnava i racconti era carica di significato anche se breve e all”apparenza senza senso: “Nanna o nanna oo questo bimbo a chi lo do, e lo do alla befana che se lo tiene una settimana, e lo do all’ uomo nero che lo tiene un mese intero.

Questo creava dei veri e propri traumi nel bambino che soffriva l’abbandono da parte della madre, e la paura di essere portato via da oscuri individui.

Si sono versati fiumi d’inchiostro sulla questione,da parte di ricercatori e studiosi, i quali affermano che i comportamenti sbagliati di persone adulte sono il frutto delle paure vissute durante l’infanzia.